8-cap-I-a-sinistra

1^ cappella sinistra

Sopra l’altare della prima cappella della navata sinistra, troviamo una tela di ignoto autore del secolo XVII raffigurante San Francesco da Paola: il Santo calabrese, fondatore dell’Ordine dei Minimi (1416-1507). Santo venerato in quasi tutte le località di mare.
Nacque a Paola (Cosenza) nel 1416 da genitori in età avanzata devoti di san Francesco, che proprio all’intercessione del santo di Assisi attribuirono la nascita del loro bambino. Di qui il nome e la decisione di indirizzarlo alla vita religiosa nell’ordine francescano.
Dopo un anno di prova, tuttavia, il giovane lasciò il convento e proseguì la sua ricerca vocazionale con viaggi e pellegrinaggi. Scelse infine la vita eremitica e si ritirò a Paola in un territorio di proprietà della famiglia.
Ebbe fama di taumaturgo e operava molte guarigioni, soprattutto a favore dei poveri e degli oppressi.
Questa fama giunse anche a Parigi, al Re di Francia Luigi XI che, infermo, chiese al Papa Sisto IV di mandargli Francesco.
Francesco raggiunse il re di Francia, che però non ottenne la guarigione; tuttavia fu ben voluto ed avviò un periodo di rapporti favorevoli tra il papato e la corte francese. Rimase in Francia 25 anni. Morì nei pressi di Tours il 2 aprile 1507.

Ma perché Francesco da Paola è venerato particolarmente nelle città di mare?
La ragione sta in questo episodio famosissimo.
Un giorno gli fu chiesto di avviare una comunità anche a Milazzo, in Sicilia.
Con due confratelli si accinse ad attraversare lo Stretto di Messina; qui chiese ad un pescatore se per amor di Dio l’avesse traghettato all’altra sponda ma questi rifiutò, perché non potevano pagarlo.
Senza scomporsi Francesco legò un bordo del mantello al suo bastone, vi salì sopra con i due frati e attraversò lo Stretto con quella barca a vela improvvisata.

Dunque scopriamo un legame particolare del Santo sia con la nostra città di mare (in Savona c’è una parrocchia intitolata a San Francesco da Paola ed è la più popolosa), sia con il Papa savonese Sisto IV.
A buon diritto Francesco da Paola accoglie i fedeli e i pellegrini nella Cattedrale di Savona.
Ma c’è ancora una “curiosità” da rilevare, forse solo una felice coincidenza: mentre Francesco da Paola è l’ospite della prima cappella della navata sinistra, Francesco di Assisi (in due grandi tele) è l’ospite della Cappella del Santissimo, proprio infondo alla navata sinistra.