4^cappella-particolare

4^ cappella destra

La quarta cappella della navata di destra, intitolata a Sant’Agostino, contiene principalmente opere di Paolo Gerolamo Brusco.
Sulla volta, l’affresco raffigurante la Gloria di Sant’Agostino e le due tele sulle pareti laterali con i Santi Pietro (a sinistra, riconoscibile per le chiavi) e Paolo (a destra, riconoscibile per il libro delle Epistole e per la spada, segno del suo martirio a Roma).
Sopra l’altare, una pregevole pala, opera di G. Baglione (1575-1664), raffigurante Sant’Agostino.
Al centro della tela, in alto, l’Incoronazione della Vergine ad opera della Trinità; in basso, in primo piano, Sant’Agostino che regge con la sinistra il libro, mentre con la destra indica il Mistero rappresentato al di sopra. A sinistra, le insegne che lo identificano come vescovo: il pastorale a terra, e la mitra, retta da un putto.
Il soggetto della pala propone il santo vescovo e dottore della Chiesa (S. Agostino) che invita a guardare in alto, verso il Paradiso dove Maria, Assunta in cielo, è onorata (incoronata) dalla Trinità Divina.
L’immagine di S. Agostino, in forma scultorea, è collocata anche tra le quattro figure marmoree che ornano la parte frontale della Mensa in presbiterio.