Francesco-Alfonso-1

Cantautori d’altri tempi

San Francesco di Assisi (1181 – 1226) è l’autore del celeberrimo “Cantico di frate sole” (a noi più noto come “Cantico delle creature”); Sant’Alfonso Maria de’ Liguori (1696-1787) è l’autore di “Quanno nascette Ninno” (a noi più nota come “Tu scendi dalle stelle”).

Le due opere, diverse per natura per contenuti, per epoca di composizione … e tutto quello che vogliamo, hanno in comune alcune cose molto importanti.
In primo luogo sono entrambe scritte in lingua popolare: il Cantico è scritto in lingua volgare, la ninna nanna di S. Alfonso è scritta in dialetto napoletano.
Entrambe sono componimenti musicali, che i loro autori hanno concepito in tale forma per renderli ancora più gradevoli, emozionanti e, probabilmente, più facilmente memorizzabili e cantabili dalla gente.
Francesco voleva che, usando il canto e la poesia, i suoi frati annunciassero i Misteri di Dio nelle strade, attirando l’attenzione della gente comune come facevano i giullari del suo tempo: incuriosire, emozionare il pubblico per offrirgli il contenuto di una predicazione gradevole e capace di sintesi (senza sbrodolare discorsi complicati e incomprensibili).
Certo, c’era accanto anche la predicazione parlata ma il tutto doveva risultare interessante e piacevole perché le “cose” di Dio sono interessanti e piacevoli.

Alfonso compose la sua ninananna in modo che la gente povera, analfabeta della Napoli del suo tempo potesse avere a portata di orecchio e di cuore il racconto del Mistero dell’Incarnazione di Gesù; voleva che le mamme, per far addormentare i loro bambini, facessero una semplice meditazione e un simpatico annuncio del Mistero di Dio che si è fatto uomo per noi.
Mentre facevano addormentare i loro piccoli, diventavano catechiste per loro e per se stesse.

A circa quattro secoli di distanza l’uno dall’altro, i due Cantautori hanno condiviso la stessa sensibilità e capacità di comunicazione ed il successo della loro opera pare durare ancora oggi: chi non conosce il “Cantico delle creature” e “Tu scendi dalle stelle”?
Certo, hanno perso un mucchio di diritti d’autore! Ma hanno ottenuto qualcosa di molto più grande e importante: l’avvicinamento di tante anime al mistero della bellezza e della bontà di Dio.

Una domanda: la predicazione e la catechesi che noi facciamo oggi è così efficace? E’ così simpatica, autentica, comunicativa e avvincente?