Beato-Ottaviano-w

Il Beato Ottaviano

Ottaviano, monaco benedettino, studiò a Pavia e prese i voti dell’Ordine di San Benedetto nel Monastero di San Pietro in Ciel d’Oro.
Fu eletto vescovo di Savona nel 1119 e subito si distinse per le opere di carità a favore dei più poveri.
Ottaviano morì a Savona nel 1128 (alcuni collocano la data della morte nel 1133).
Alla sua morte il suo corpo rimase per alcuni giorni esposto alla venerazione pubblica nell’antica Cattedrale di Nostra Signora di Castello, sulla collina del Priamar; quindi fu tumulata.
Dopo pochi anni il corpo venne riesumato e posto in una teca di vetro.
Distrutta l’antica cattedrale dai soldati della Repubblica di Genova per fare posto alla odierna fortezza, la teca fu traslata nel 1605 nell’attuale Cattedrale, dove ancora oggi si trova ed è visibile nella cappella di Santo Stefano (o cappella del SS. Sacramento).
Le spoglie del vescovo Ottaviano furono portate in processione per le vie della città nel 1657 in occasione dell’epidemia di peste e nel 1835 in ringraziamento della scampata epidemia di colera.
Fu beatificato nel 1783.

L’immagine che proponiamo è quella dell’affresco realizzato nella volta della cappella di Santo Stefano. Rappresenta il Beato Ottaviano proprio nel suo spendersi a favore della povera gente di Savona.