Scuola preghiera cartolina

La Scuola di preghiera del Vescovo

Grande partecipazione alla veglia di preghiera presieduta da Mons. Vescovo in Cattedrale, sabato 7 Ottobre u.s..
Nella Cattedrale gremita da centinaia di persone  (soprattutto giovani) si è vissuto un intenso momento di preghiera, di ascolto attento e partecipe per l’inaugurazione del cammino pastorale 2017/2018.
Mons. Vescovo ha presentato la sua prima lettera pastorale e ha invitato tutti a partecipare al cammino sinodale che sta per iniziare in Diocesi, in vista di un rinnovamento sostanziale del nostro modo di essere Chiesa.
Nell’occasione, Mons. Vescovo ha annunciato anche il prossimo avvio della scuola di preghiera che lui stesso guiderà personalmente e che avrà come luogo di ritrovo la chiesa parrocchiale di Santa Maria Giuseppa Rossello, nel quartiere “Villetta” di Savona. Un’esperienza offerta soprattutto ai giovani ma non esclusivamente a loro: tutti sono invitati a partecipare a questa serie di incontri di preghiera, che si fonderà sull’ascolto delle esperienze di vita e di fede di alcuni giovani che furono protagonisti della Storia della Salvezza quale ci è raccontata dalla Bibbia.

Una curiosità: annunciando il luogo che sarà sede della scuola di preghiera, Mons. Vescovo non ha detto “chiesa di Santa Maria Giuseppa Rossello” bensì di “Benedetta Rossello”.
Benedetta è il nome di Battesimo della Santa savonese e non il nome da religiosa. Un lapsus del Vescovo o una scelta sottile?
Comunque sia, il riferimento al nome di Battesimo della Santa può essere un richiamo implicito (quasi subliminale) all’età giovanile, nella quale si è alla ricerca della propria vocazione: l’età piena di energie e di urgenze spirituali che la Rossello ha vissuto circa due secoli fa e che ognuno è chiamato a vivere nel proprio tempo.