Testimonianza w

Lettera pastorale 88.

Il rispetto è l’altra caratteristica che deve avere la testimonianza della fede.
Mons. Vescovo intende sicuramente il rispetto verso coloro che avviciniamo, ai quali si rivolge la testimonianza della nostra fede.
Persone diverse da noi per esperienza di vita, per cultura, per una infinità di elementi che vanno presi e tenuti tutti in considerazione, perché non esistono persone astratte, teoriche, perfette, riconducibili a modelli precostituiti; ognuno è una realtà unica in se stessa, irripetibile, diversa da tutti e infinitamente amata da Dio.

La fede, che è dono di Dio, non può che essere impregnata di questo amore divino e quindi non può che offrirsi con lo stile dell’amore, che è innanzitutto rispetto e stima per ciascuno.
Nessuno deve essere disprezzato solo perché è diverso da me; ognuno deve essere amato da me perché ciascuno di noi è amato da Dio.
Una fede che non esprime amore, non è la fede cristiana: è integralismo fanatico sporco di falsa religiosità.