aiuola-4w

Restauro chiostro 34.

Un aspetto molto importante, addirittura vitale, per la buona conservazione del chiostro è lo smaltimento delle acque piovane che, a motivo della collocazione e della struttura stessa del chiostro, si danno appuntamento molto volentieri e con vivace abbondanza nell’area chiostrale.
Il chiostro, infatti, si trova ad essere “arricchito” anche da una parte delle acque che scendono dalle falde del tetto della cattedrale e di quelle che defluiscono dal terrazzo perimetrale sovrastante i quattro bracci.
Purtroppo è sempre più consolidato un andamento climatico e meteorologico che ci regala grandi quantità d’acqua nel giro di poche ore (ma forse dovremmo dire pochi minuti).
Ora, a parte la conformazione drenante dell’aiuola centrale, per lo smaltimento delle acque piovane che vengono da sopra (terrazzo perimetrale e parte dal tetto della cattedrale) si è concepito e realizzato ciò che è dato vedere nella fotografia che pubblichiamo.
Si tratta di una fessura larga un centimetro, realizzata nella struttura di ferro che circonda tutto il perimetro interno del chiostro. La fessura deve convogliare le acque piovane nel canale di scarico realizzato sotto la struttura in ferro, facendo defluire il tutto nelle apposite condotte pubbliche.